• White LinkedIn Icon
  • Bianco Google+ Icon
  • White Instagram Icon

-  2017 e-lawyers. All rights reserved  - 

Il tema della videosorveglianza, ha nel nostro ordinamento una serie di limitazioni e vincoli che possono esporre l’utilizzatore a delle sanzioni da parte del Garante per la Protezione dei dati personali. L’installazione di telecamere è lecita solo se è proporzionata agli scopi che  si intendono perseguire, in particolare:

a) Gli impianti di videosorveglianza devono essere attivati solo quando altre misure siano insufficienti o inattuabili;

b) L’eventuale conservazione delle immagini deve essere limitata nel tempo;

c) I soggetti devono sapere sempre e comunque se un’area è sottoposta a videosorveglianza;

Se è vero che il diritto alla protezione dei dati personali non pregiudica l’adozione di misure efficaci per garantire la sicurezza

e l’accertamento degli illeciti è anche vero che l’installazione di sistemi di videosorveglianza non deve però violare la privacy dei cittadini e deve essere conforme al codice in materia di protezione dei dati personali.

Il Garante Privacy ha dettato dei principi di carattere generale validi sia per i soggetti pubblici che per quelli privati adottati nel rispetto di quelle fondamentali prescrizioni in tema di privacy, di liceità, necessità, proporzionalità e finalità. Quindi i sistemi di videosorveglianza possono riprendere persone identificabili solo se, per raggiungere gli scopi prefissati, non possono essere utilizzati dati anonimi.

La raccolta e l’uso delle immagini sono consentiti solo se fondati su presupposti di liceità: cioè, per i soggetti pubblici, quando siano necessari allo svolgimento di funzioni istituzionali e, per i privati, quando siano necessari. Inoltre, prima di installare un impianto di videosorveglianza occorre valutare se la sua utilizzazione sia realmente proporzionata agli scopi perseguiti o se non sia invece superflua. Gli impianti devono cioè essere attivati solo quando altre misure (sistemi d’allarme, altri controlli fisici o logistici, misure

di protezione agli ingressi ecc.) siano realmente insufficienti o inattuabili.

e-lawyers grazie al suo Team di specialisti, è in grado di fornire ad Società, attività commerciali, piccole e medie imprese competenze in materia di videosorveglianza, nel pieno rispetto della normativa di settore.

 

I servizi e-lawyers:

  • Verifica preliminare per la progettazione dell’impianto di videosorveglianza o verifica dell’impianto già in uso;

  • Realizzazione di misure di sicurezza adeguate all’impianto di videosorveglianza installato;

  • Supporto nella scelta del prodotto da installare, con relativo posizionamento delle telecamere ed informativa sul trattamento dei dati personali;

  • Conservazione delle immagini e valutazione di eventuale esternalizzazione del servizio;

  • Adeguamento documentale ( redazione policy privacy e tutela dei lavoratori in azienda);

  • Assistenza in caso di verifica preliminare dell’impianto di videosorveglianza al Garante per la Protezione dei dati Personali;

  • Assistenza al titolare del trattamento, dei rapporti con gli interessati al fine di fornire risposta adeguata a determinate richieste di chiarimenti in materia o a reclami/ricorsi;

  • Monitoraggio di tutte le attività di trattamento dati al fine di assicurare il rispetto della normativa nella specifica realtà organizzativa di riferimento.

  • Supporto per i rapporti con l’Autorità garante su tutte le tematiche che dovessero investire l’azienda o l’ente in materia di privacy

 

Formazione e-lawyers:

Il team e-lawyers, realizza formazione aziendale personalizzata per garantire l’aggiornamento costante alla normativa nazionale ed europea in materia di protezione dei dati personali e videosorveglianza

Richiedi maggiori informazioni sui servizi e-lawyers